Si terrà sabato prossimo 4 marzo con inizio alle ore 18.00 presso il Teatro Cinema Antares di Ceccano, con ingresso libero, lo spettacolo "Pinocchio racconta Pinocchio- Dietro le quinte di una vita da burattino" scritto ed interpretato da Andrea Balestri, dove l'attore racconta l'esperienza vissuta da bambino mentre girava "Le avventure di Pinocchio" per la regia di Luigi Comencini, che, come nel celebre romanzo, narra le disavventure del famoso burattino, anche se, a differenza della versione letteraria (e questa fu la grande intuizione e novità), Pinocchio è impersonato da un bambino vero, che solo in alcuni momenti si ritrasforma in un burattino. Uno spettacolo ricco di filmati e foto inedite della lavorazione del film con tantissime altre curiosità: presentato da Greta Mariani, "Pinocchio racconta Pinocchio", rientra nel programma della VI Edizione de "Il Cinema e la Memoria", per la direzione artistica di Amedeo di Sora e Gerry Guida ed è patrocinato dal Comune di Ceccano, che per l'occasione, ha indetto, tra l'altro, un concorso sul celebre burattino rivolto alle scuole. Tra tutte le trasposizioni cinematografiche e televisive, quella di Comencini (nel cast oltre a Balestri, Nino Manfredi, Gina Lollobrigida, Vittorio De Sica, Franco Franchi, Ciccio Ingrassia e l'indimenticabile commento musicale di Fiorenzo Carpi) è sicuramente la più amata, l'unica che ancora oggi riesce ad unire e a commuovere adulti e bambini a distanza di così tanti anni.

Curiosità:

Andrea Balestri venne scelto dopo una selezione di circa 3000 bambini in tutta la Toscana. Durante il provino successe che…Luigi Comencini gli disse "Qui c'è un martello, lì c'è un quadro, vediamo se hai il coraggio di romperlo" e lui ruppe il quadro a martellate. Il regista allora lo rimproverò, "Ora me lo ripaghi". E lui rispose "Che vuoi? Me l'hai detto tu di farlo". Balestri voltò le spalle e se ne andò: era perfetto per quel ruolo. Comencini aveva finalmente trovato il suo Pinocchio.