Stando ai dati IcoPartners "The Witcher 3: Wild Hunt" è stato il gioco più chiacchierato del 2015. Il titolo CD Projekt RED ha raccolto più di 51.000 fra articoli, recensioni, speciali ed anteprime. Nulla che mi possa stupire, del resto le avventure di Geralt di Rivia sono quanto di meglio il panorama videoludico possa offrire sul mercato.

Vi ricordo messeri, per coloro i quali non ne fossero a conoscenza, che la saga videoludica "The Witcher", trae spunto dalle opere letterarie dell'autore polacco Andrzej Sapkowski che tra il 1990 e il 1999 ed infine nel 2013 ha dato vita a una delle saghe fantasy più famose del pianeta. Il debutto di Geralt di Rivia nel mondo dei videogiochi è avvenuto nel 2007 con il primo episodio della trilogia, intitolato "The Witcher" ed è poi proseguito con l'uscita di "The Witcher 2: Assassins of Kings" per finire con il pluripremiato "The Witcher 3: Wild Hunt".

L'episodio conclusivo della saga, riprende gli avvenimenti del secondo capitolo. il nostro amato Geralt ha recuperato la memoria perduta ed intraprende un'avventura alla ricerca di Ciri, ragazza da lui considerata come una figlia. Geralt viene a scoprire che la scomparsa di Ciri, della quale non ha più notizie da tempo, è legata all'arrivo della Caccia Selvaggia.

Durante i Game Awards dello scorso dicembre, The Witcher 3: Wild Hunt ha ricevuto il premio come miglior videogioco del 2015. Riconoscimento che rende merito al maestoso lavoro svolto dal team CD Projekt RED. Il mondo creato dalla casa di sviluppo polacca, ci fa capire quali possano essere le potenzialità di un prodotto videoludico. The Witcher incarna l'evoluzione del videogioco, il grado di maturità raggiunto oramai da un sistema in continua espansione. Il futuro verso il quale ci affacciamo, vedrà i videogames non più trattati come semplice passatempo infantile, i pregiudizi che li hanno sempre accompagnati non potranno più sussistere di fronte ad opere di questo calibro. La profonda caratterizzazione dei personaggi, la pregevole componente narrativa, sempre coinvolgente e mai banale, sono solo alcuni degli aspetti grandiosi legati alle atmosfere di The Witcher 3.

Insomma ragazzi, nella celebrazione di The Witcher 3 vi è anche e soprattutto la celebrazione del videogioco. Se non avete ancora provato ad impersonare Geralt Di Rivia, dovete rimediare quanto prima.