Aspettando Godot. O meglio il candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle. Il sondaggio di Euromedia Research assegna ai pentastellati un 11%. Dato di partenza buono considerando che non c'è ancora il candidato. La sensazione è che adesso ci sarà un'accelerazione. D'altronde lo schema è pronto: diverse designazioni (forse tre), confronto continuo con la base, soprattutto sul web, primarie con lo schema classico. Senza dimenticare il "graticola day", cioè quella giornata nella quale i candidati a sindaco si sottoporranno al fuoco di fila delle domande dei cittadini e dei militanti.
I nomi che circolano sono tre, tutte del Meetup Cinque Stelle di Frosinone: Marco Mastronardi, Christian Bellincampi e Aniello Prisco. Ma il movimento di Beppe Grillo ci ha abituato a sorprese e colpi di scena. Senza dubbio punteranno all'ingresso nel consiglio comunale del capoluogo, ma a questo punto le valutazioni politiche sono importanti, dal momento che, con un designato che "tira", la percentuale a due cifre potrebbe perfino crescere. Perché per il resto la situazione è definita: Nicola Ottaviani (centrodestra) e Fabrizio Cristofari (centrosinistra) sono i principali duellanti. In campo però ci sono pure Stefano Pizzutelli (Frosinone in Comune) e Fernando Incitti (Casapound). I Cinque Stelle potrebbero rivelarsi la tesa forza del capoluogo. Ma siccome mancano ancora diversi mesi all'appuntamento con le urne, le sorprese sono all'ordine del giorno. Si tratta di un elemento destinato ad avere comunque un "peso" nella prossima campagna elettorale.