Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone




L'infiltrato speciale di Corrado Trento
0

Zingaretti nella segreteria politica del Pd

Elezioni

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti nella nuova segreteria politica del Pd. Lo vuole Matteo Renzi in persona, che immagina una squadra composta dallo stesso Zingaretti, dal ministro dell’agricoltura Maurizio Martina, da Vasco Errani, dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. E naturalmente dal sottosegretario alla presidenza del consiglio Luca Lotti (braccio destro di Renzi) e da Lorenzo Guerini, vicepresidente del partito. Il retroscena, pubblicato dal Corriere della Sera, è indicativo del peso politico che ormai ha assunto il presidente della Regione Lazio. Fra l’altro, proprio nel momento in cui Virginia Raggi diventa sindaco di Roma, è evidente che il Governatore Zingaretti assume un ulteriore ruolo strategico. La coabitazione tra Sindaco e Governatore sta nelle cose e a questo punto il dualismo è inevitabile. Ma le motivazioni di Renzi sulla composizione della nuova segreteria politica non sono dettate dal fatto di rispettare il peso delle correnti, «perché questo non servirebbe a niente - scrive il Corsera - anzi, dimostrerebbe che non abbiamo capito la lezione del voto». Resta il fatto che il modello Lazio viene tenuto in considerazione dal presidente del consiglio, chiamato a rispondere a quelle istanze di cambiamento che i Cinque Stelle hanno interpretato meglio dei Democrat. Alla Regione Lazio Nicola Zingaretti ha vinto e governa alla guida di una coalizione di centrosinistra. Il che vuol dire sulla base di una proposta politica e programmatica. Il voto dei ballottaggi dice chiaramente che i Democrat arretrano e allora si pone il problema anche della politica delle alleanze. La richiesta che è arriva dalla base è quella di tornare a guardare a sinistra. Lasciando stare gli ammiccamenti alla destra, ch adesso non funzionano più. Nicola Zingaretti nella ristretta segreteria politica del Partito Democratico sarebbe la consacrazione di un ruolo addirittura nazionale per il presidente della Regione Lazio. Venerdì, nel corso della direzione nazionale del Pd, la possibile svolta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400