Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone




L'infiltrato speciale di Corrado Trento
0

Frosinone, un silenzio assordante

Comune

Mentre a Cassino, Alatri e Sora la tensione politica è alle stelle in vista dei ballottaggi di domenica, a Frosinone il dibattito politico è praticamente inesistente. D’accordo, nel capoluogo si vota tra un anno e la temperatura è destinata a salire tra qualche mese. Però lo scenario provinciale è in fibrillazione comunque. Basta guardare alla “disfida” a sinistra tra Partito Democratico e Socialisti. A proposito: si è fatto riferimento all’orizzonte nazionale delle alleanze, che vede il Nuovo Centrodestra di Alfano a sostegno di Matteo Renzi. Anche alla Provincia l’Ncd sta con il Pd. Ma in quella stessa coalizione c’è pure Forza Italia. La vera eccezione è rappresentata proprio dal Comune di Frosinone, dove il gruppo consiliare del Nuovo Centrodestra (in attesa di una connotazione civica) appoggia proprio Nicola Ottaviani, sindaco di Forza Italia che guida una coalizione di centrodestra. Vabbè, alle prossime elezioni sarà tutto diverso, ma intanto è il presente che conta. E poi al Comune di Frosinone Nicola Ottaviani si è permesso di tutto sul piano politico: rotazione degli assessori, mancata corrispondenza tra assetto di giunta e composizione dei gruppi consiliari. Da qualche tempo si parla dell’attribuzione della delega di vicesindaco, lasciata vacante dalla revoca dell’assessore Francesco Trina. Tanti in corsa, ma alla fine cosa è successo? Nulla. Nicola Ottaviani mantiene ad interim la delega di vicesindaco. «D’altronde - commenta un esponente della maggioranza che chiede l’anonimato - a cosa serve fare il vice ad uno come Ottaviani che più presente non si può?». Sul bilancio si annunciavano strappi e venti di tempesta. Alla fine lo hanno votato in diciannove, appena due voti in meno rispetto alla composizione originaria della maggioranza. Quattro anni fa. Le opposizioni non riescono ad incidere e in aula consiliare hanno scelto da tempo la linea di uscire dal Consiglio. Ma più in generale il dibattito politico cittadino semplicemente non c’è. Nessuno parla. Niente squilli. E in questo silenzio Nicola Ottaviani prepara la campagna elettorale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400