Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone




L'infiltrato speciale di Corrado Trento
0

Pompeo non lascia, raddoppia

Provincia

«La Provincia deve essere protagonista rispetto alle sfide e alle opportunità che possono essere colte. Essa deve vincere la partita insieme a tutti gli enti locali e al mondo delle imprese. Gli esempi del recupero di risorse per l’efficientamento energetico con il patto dei sindaci e la programmazione dei lavori di manutenzione straordinaria delle strade perimetrali allo stabilimento Fca (ex Fiat) di Piedimonte San Germano sono solo alcune delle iniziative importanti per il territorio cui abbiamo lavorato». Lo ha detto Antonio Pompeo, presidente della Provincia. Anzi, l’ha scritto nella relazione al conto consuntivo, approvato l’altro giorno. Pompeo ha insistito molto sulla centralità dell’ente Provincia, nonostante la legge Delrio. «Stiamo vincendo la sfida dell’Area Vasta», ha sottolineato. Poi ha aggiunto: «Non è neppure accettabile che la Provincia diventi l’oggetto di ogni critica e poi non essere tenuta in considerazione quando ci sono dei fondi a disposizione». Se a tutto questo si aggiunge il fatto che Antonio Pompeo continua a tirare dritto sull’alleanza tra Pd, Ncd e Forza Italia, qualche considerazione si comincia a fare. Antonio Pompeo si sta ritagliando un ruolo proprio, anche e soprattutto all’interno dei Democrat. Alla fine del mandato da presidente mancano più di due anni, ma se al referendum sulle riforme vincono i sì, ci sarà poco da fare. Per le Province verrà imboccata la strada dell’abolizione. Nel Pd in tanti si chiedono: “Ma non è che Pompeo sta pensando di poteri candidare alle regionali? O magari alle politiche?”. La domanda ci sta tutta, soprattutto ragionando in prospettiva.  Sempre nella relazione al consuntivo: «Sento il dovere di ringraziare i consiglieri provinciali, in particolare quelli di maggioranza che pur nella dialettica politica hanno sostenuto questa Amministrazione, il segretario generale, i dirigenti e tutti i dipendenti provinciali che hanno collaborato in questi due anni con senso di grande responsabilità e professionalità encomiabile». Insomma, Pompeo non lascia. Raddoppia. E non si fermerà alla Provincia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400