Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone




L'infiltrato speciale di Corrado Trento
0

Il messaggio subliminale di Cristofari

Frosinone


Il messaggio politico neppure tanto subliminale lanciato da Fabrizio Cristofari all’intero centrosinistra e al Partito Democratico è soprattutto uno. Così sintetizzabile: “Se sono disposto io a passare attraverso le primarie aperte, allora chiunque abbia ambizioni di indossare la fascia tricolore deve essere disposto a contarsi”. In questo modo si evitano sul nascere tentazioni di inciucio o di logiche da “unti dal Signore”. Fra le altre cose è indubbio che la coalizione di centrosinistra, ad un anno dalle elezioni comunali, sia disunita, demotivata e alla ricerca di un minimo di entusiasmo. Primarie aperte anche alle liste civiche avrebbero l’effetto di coinvolgere molte persone. Resta da vedere adesso le reali risposte che arriveranno al presidente provinciale dell’ordine dei medici da parte dei big del Pd. Indipendentemente e perfino oltre le dichiarazioni ufficiali. Per un motivo semplice: il prossimo anno potrebbero esserci anche le elezioni alla Camera ed è evidente che ad una candidatura a Montecitorio punterebbero Francesco Scalia, Maria Spilabotte, Nazzareno Pilozzi, Francesco De Angelis e altri. La possibile contemporaneità con le amministrative al Comune capoluogo potrebbe spingere più di qualcuno a pensare che la candidatura a sindaco di Frosinone possa essere un “traino” per chi guarda al Parlamento.
Fabrizio Cristofari sa bene che non sarà facile battere un sindaco uscente come Nicola Ottaviani. La pre-condizione è soltanto una: il centrosinistra non può né spaccarsi né rimanere isolato. Per fare questo il coinvolgimento massimo delle liste civiche è importante. Però esiste un’altra situazione: la frattura mai ricomposta tra gli ultimi due sindaci del Pd: Domenico Marzi e Michele Marini, con quest’ultimo che al congresso provinciale ha ribadito il suo veto anche all’ipotesi Cristofari. A meno di un chiarimento globale. Adesso, dopo la presa di posizione del presidente dell’ordine dei medici non ci sono più alibi per il Pd: o prova veramente a ricucire altrimenti sarà chiaro che a più di qualcuno le elezioni comunali di Frosinone interessano fino a un certo punto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400