Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone




L'infiltrato speciale di Corrado Trento
0

Il grande equivoco delle alleanze

Frosinone

L’equivoco c’è, ma tutti se ne tengono alla larga. L’alleanza tra Pd e Forza Italia alla Provincia è avvenuta successivamente, nel corso della consiliatura. Quando Danilo Magliocchetti e Gianluca Quadrini sottolineano la circostanza che senza il sostegno decisivo degli “azzurri” Antonio Pompeo non sarebbe diventato presidente, hanno ragione. Ma andrebbe specificato che in quella notte di fine settembre 2014 l’accordo fu fatto con i Democratici per Pompeo. Tra il senatore Francesco Scalia e Mario Abruzzese, consigliere regionale di Forza Italia.
Il Partito Democratico era “contro” e Francesco De Angelis lo disse chiaramente. Non solo, candidò Enrico Pittiglio alla presidenza. E nell’ambito del voto ponderato degli amministratori, l’intesa con il Nuovo Centrodestra e con Forza Italia diede effettivamente la spinta decisiva ad Antonio Pompeo. Poi però i Democrat hanno costituito un gruppo unico alla Provincia: da quel momento in poi il segretario Simone Costanzo (che in tempi non sospetti aveva spinto per rompere l’alleanza con Forza Italia) si è fermato esclusivamente per una forma di rispetto, politico e personale, nei confronti delle prerogative di Antonio Pompeo.
Fra le altre cose, siccome in ogni caso per la presidenza della Provincia si voterà nel 2018, il Pd sta già lavorando alla costituzione di una lista unitaria. Come del resto sta facendo Forza Italia. In questo contesto le elezioni comunali di Frosinone assumono un’importanza enorme, anche e soprattutto nei meccanismi degli enti di secondo livello o di area vasta. Specialmente se al referendum dovessero vincere i Sì. Sia al Senato che alla Provincia il ruolo dei sindaci andrebbe ad aumentare, in particolare modo di quelli del capoluogo.
Le condizioni politiche che diedero vita all’intesa del 2014 non ci sono più. Semplicemente ognuno cerca di lasciare il cerino acceso nelle mani dell’altro. Anche se gli esiti delle prossime sedute dell’assemblea dei sindaci potrebbero accelerare la frattura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400