Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone




L'infiltrato speciale di Corrado Trento
0

Abbruzzese-Pompeo, e "guerra" sia

Frosinone

Allora, mettiamola così. Se il Governo dovesse accogliere la proposta dell’Associazione nazionale dei Comuni italiani e prorogare di due anni il mandato dei consiglieri provinciali (riallineandolo a quello del presidente), allora l’accordo tra Partito Democratico e Forza Italia potrebbe durare. Ma se in autunno si andrà al rinnovo dei consiglieri, allora difficilmente l’intesa reggerà. Il recente botta e risposta tra il consigliere regionale Mario Abbruzzese e il presidente della Provincia Antonio Pompeo è il segnale che la tregua è finita. Abbruzzese terrà in considerazione fino ad un certo punto il fatto che il gruppo consiliare degli “azzurri” fa ancora parte della maggioranza. E Pompeo dal canto suo sa bene che l’esito del referendum sarà decisivo per il Pd e per lo stesso Matteo Renzi. Dunque, nessuno andrà per il sottile. Come del resto è successo alle comunali di Cassino e di Sora. Ma intanto all’orizzonte si profila un appuntamento che potrebbe rappresentare una sorta di “termometro” degli attuali rapporti tra Forza Italia e Pd: l’assemblea dei sindaci, convocata per venerdì 29 luglio, che dovrà fissare il piano tariffario sul servizio idrico per il periodo 2016-2019. Nel febbraio scorso, quando i primi cittadini votarono la diffida ad adempiere, l’asse tra FI e Partito Democratico era evidente. Ma da quel momento in poi la situazione è cambiata, anche per via delle elezioni amministrative. Sotto questo punto di vista lo scenario è destinato a radicalizzarsi ancora di più considerando che tra dieci mesi si vota al Comune di Frosinone. Il sindaco Nicola Ottaviani è già in campagna elettorale, mentre il Partito Democratico sta organizzando le primarie. Il clima è già incandescente. In tutto questo l’alleanza alla Provincia appare come l’anello debole della catena, quello che può essere sacrificato più facilmente. Anche perché in realtà cambierebbe poco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400