Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone




L'infiltrato speciale di Corrado Trento
0

Cercasi leader disperatamente

Frosinone

In altri tempi la situazione relativa alla candidatura a sindaco di Frosinone del centrosinistra sarebbe stata risolta con la richiesta da parte dei Socialisti di poter esprimere loro il designato. Con motivazioni di carattere politico: per tre consiliature sono stati eletti, con il sostegno del Psi, sindaci che oggi fanno riferimento al Pd. Parliamo di Domenico Marzi (due volte) e Michele Marini. Le difficoltà dei Democrat ad individuare una candidatura unitaria avrebbe aperto il varco a questa opzione. Ma i tempi sono cambiati, al punto che i Socialisti hanno già da tempo annunciato che procederanno per conto proprio. I “papabili” sono il segretario cittadino Vincenzo Iacovissi, l’ex assessore comunale Maurizio Ferrante e il consigliere comunale Massimo Calicchia. Il Psi di Gianfranco Schietroma probabilmente proverà a raggiungere accordi con Possibile, con l’area di sinistra che fa riferimento al consigliere regionale Daniela Bianchi, ma anche con formazioni e liste civiche. Mentre il Pd ha ribadito che esiste una sola strada, quella delle primarie. A questo punto, però, la domanda è anche un’altra: in caso di ballottaggio le strade del centrosinistra potrebbero incontrarsi oppure no? Non è scontato, specialmente dopo quello che è successo a Cassino. Però è singolare che il centrosinistra ha vinto a Frosinone quando c’erano tre partiti diversi, anche se alleati: i Ds, i Popolari e i Socialisti Democratici. Il problema non è il Pd a vocazione più o meno maggioritaria, il problema è che non si arriva ad un accordo. Prima interno e poi nella coalizione, che non può essere svanita come se non fosse mai esistita. Il punto è che non si vede non soltanto un leader che possa guidarla, ma neppure qualcuno che assuma l’iniziativa per un incontro. In questo senso è davvero singolare che a quattro anni dalla doppia candidatura (Domenico Marzi e Michele Marini) non si sia mai organizzato un confronto tra i protagonisti. Non fosse altro che per dirsi in faccia quello ognuno pensa (politicamente) dell’altro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400